Cookie Consent by Free Privacy Policy website

De-aging e Longevità malata

11/01/2024

Come rallentare l’invecchiamento e vivere al meglio in ogni fase della vita

Con il termine de-aging voglio indicare la possibilità di rallentare l’invecchiamento, percorso inevitabile nel ciclo di ogni essere vivente.

Oggi si sente tanto parlare di longevità. La scienza da anni cerca di rallentare l’invecchiamento e prevenire le malattie degenerative. Nell’ultimo secolo la medicina ha fatto passi da gigante consentendo di tenere sotto controllo malattie molto invalidanti e, un tempo, incurabili. Ma tenere sotto controllo non significa garantire una qualità di vita ottimale.

Cosa si intende di fatto per longevità? È la capacità fisiologica di un organismo di vivere oltre il limite medio, standard della sua specie. Il problema è che la scienza si è adoperata per far sopravvivere oltre la media le persone ma non per garantire una qualità di vita ideale. Stiamo arrivando negli ultimi decenni ad una longevità malata, con costi sanitari insostenibili. Pensate che negli Stati Uniti il 90% della popolazione sopra i 65 anni è affetta da almeno una patologia cronica e oltre il 75% ne ha due. E proprio dagli Stati Uniti parte un monito d’allarme: negli ultimi 3 anni l’aspettativa di vita è diminuita. “Dalle Stime globali della salute -2019” dell’OMS si evince un miglioramento della longevità (nel 2019 le persone sono vissute in media 6 anni in più rispetto al 2000) ma con maggiori disabilità. Inoltre, è previsto che nel prossimo ventennio la popolazione sopra i 65 anni raddoppierà.

LE ABITUDINI CHE FAVORISCONO LE MALATTIE CRONICHE DEGENERATIVE SU BASE INFIAMMATORIA

Stress, diete sbagliate, eccesso di alimentazione, sedentarietà, scarsi tempi di recupero, mentalità depotenziante, inquinamento, infiammazione cronica silente possono essere concause del proliferare di malattie croniche degenerative su base infiammatoria o di malattie associate all’alterazione del sistema immunitario, elemento, quest’ultimo, cardine del degrado evolutivo. Diabete, malattie cardiovascolari, patologie neurodegenerative ed autoimmuni, tumori e molte altre sono favorite da stili di vita poco corretti.


L’EPIGENETICA ALLA BASE DEL DE-AGING 

L’aspetto positivo è che, agendo su questi fattori, ovvero sull’epigenetica (una branca della genetica che studia come l’età e l’esposizione a fattori ambientali, tra cui agenti fisici e chimici, dieta, attività fisica possono modificare l’espressione dei geni pur senza modificare la sequenza del DNA) si può influenzare il ciclo cellulare, il danno al DNA e l’invecchiamento senza ovviamente alterare il patrimonio genetico individuale o indurre cambiamenti nella sequenza del DNA. In sintesi, il corretto stile di vita può influenzare il grado di "attivazione o meno" di un determinato gene. 

Di fatto il DNA, ovvero l’impronta genetica che caratterizza una persona e che è costituito dalle informazioni che si trasmettono da generazione a generazione, influisce solo per il 20% sulla nostra longevità. L’80% è dettato dall’epigenetica, cioè dalle abitudini in grado di modificare le caratteristiche di un organismo favorendo il de-aging. L’ideale non è vivere a lungo, ma vivere in salute fino alla fine, riservando la patologia acuta agli ultimi mesi della vita. 


INFIAMMAZIONE CRONICA SUBLIMINALE E PATOLOGIE CRONICHE

Pare che l’infiammazione cronica subliminale, o di basso grado, indotta da abitudini alimentari errate sia un’infiammazione che non provoca dolore, neanche le tipiche alterazioni di un processo infiammatorio, come la febbre, astenia, esami di laboratorio francamente alterati, ma uno stato di salute subottimale di cui il paziente all’inizio non è neppure consapevole. Eppure, nel tempo, è un fattore significativo che contribuisce al sorgere di patologie cardiovascolari, osteoarticolari, neurodegenerative, autoimmuni, degenerative e molte altre. Quando l’infiammazione silente prende il sopravvento, i tessuti iniziano a danneggiarsi e questa situazione apre lo spiraglio all’insorgere di possibili malattie.   

Prenota una visita al 338 6530948